RESTO AL SUD: GLI INCENTIVI PER LE IMPRESE

RESTO AL SUD: GLI INCENTIVI PER LE IMPRESE

Artigiancassa, è ora attiva nel supporto alle aziende per l’accesso ai fondi di “Resto al Sud”, la misura gestita da lnvitalia per incentivare la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali e libero professionali nel Mezzogiorno, nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria) e nelle isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord.
Resto al Sud è il bando pubblico che offre incentivi alle imprese neocostituite o già avviate che sono ubicate nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche Umbria) e nelle isole minori marine, lagunari e lacustri del Centro-Nord.
Il bando ha l’obiettivo di sostenere attraverso contributi agevolati la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali o libero professionali dotate di partita IVA.
Le imprese potranno rivolgersi ad Artigiancassa, sia per la presentazione della domanda attraverso il servizio di consulenza Advisory a loro a disposizione, sia per formalizzare la richiesta di finanziamento verso BNL che è parte dell’agevolazione in aggiunta ad un contributo a fondo perduto.
Nello specifico, l’impresa potrà beneficiare del servizio di consulenza Advisory offerto da Artigiancassa, attraverso il quale sarà la banca ad occuparsi della raccolta della documentazione necessaria e alla finalizzazione della richiesta di contributo, sollevando l’impresa da ogni incombenza burocratica.
L’iniziativa di Artigiancassa, in un’ottica di sistema con le Associazioni territoriali CASARTIGIANI interessate, intende supportare le imprese associate offrendo loro una consulenza altamente specializzata e personalizzata finalizzata a dare supporto nell’accesso alla misura agevolativa in questione.
Si tratta pertanto di una importante soluzione _ per tutte le Associazioni _ per assistere le imprese oltre che un’opportunità concreta per consolidare la presenza sul territorio.


Resto al Sud – I destinatari e le spese ammissibili
I beneficiari degli incentivi sono le persone tra i 18 e i 55 anni che intendono avviare una startup o ampliare l’impresa già avviata (non ci sono limiti di età per i 24 Comuni compresi nelle aree del cratere sismico del Centro Italia nei quali più del 50% degli edifici è stato dichiarato inagibile)
Le spese ammissibili che posso beneficiare dei contributi offerti da Resto al Sud sono:

  • ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili (massimo 30% del
    programma di spesa)
  • macchinari, impianti e attrezzature nuovi
  • programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione
  • spese di gestione (materie prime, materiali di consumo, utenze, canoni di locazione,
    canoni di leasing, garanzie assicurative) – massimo 20% del programma di spesa.
    In cosa consiste l’agevolazione
    Gli incentivi alle imprese del bando Resto al Sud coprono il 100% delle spese ammissibili
    e sono così composti:
  • 50% di contributo a fondo perduto
  • 50% di finanziamento bancario a medio lungo termine garantito dal Fondo di Garanzia
    per le PMI*.
    Gli interessi sono interamente a carico di Invitalia, soggetto gestore della misura.
    Il finanziamento massimo ottenibile è di 50.000 euro, che può arrivare a 200.000 euro in caso di società con 4 soci.
    Per le imprese in forma individuale il contributo arriva a 60.000 euro. Banche convenzionate
    Per accedere alle risorse messe a disposizione del bando Resto al Sud le imprese possono rivolgersi alle banche convenzionate. Tra queste anche BNL BNP Paribas, alla quale le imprese possono richiedere il finanziamento a medio lungo termine, rivolgendosi agli Artigiancassa Point sul territorio. La richiesta di finanziamento è soggetto ad approvazione di BNL BNP Paribas

  • Resto al Sud: richiedi gli incentivi con Artigiancassa
    Per richiedere gli incentivi Resto al Sud le imprese possono presentare domanda di contributo attraverso il servizio di consulenza che Artigiancassa mette a disposizione (il servizio di consulenza fornito da Artigiancassa prevede un costo a success fee calcolata in base al bando e solo sull’importo del contributo agevolato concesso. Se l’impresa non procede alla richiesta di contributo agevolato o riesce ad ottenerlo, la consulenza è gratuita).
    E’ possibile accedere al servizio di consulenza, inviando una mail a: ac.advisory.restoalsud@artigiancassa.it oppure chiamando al numero verde 800 900 790
    Il bando è aperto fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

    Il servizio credito CASARTIGIANI è a disposizione per maggiori informazioni.

Related Posts

  • Comunicati, Servizi

    Nuovo bando finanziamenti regionali per le imprese artigiane

    La Regione Autonoma della Sardegna (RAS) ha programmato il finanziamento di nuovi fondi per la richiesta dei benefici stabiliti dalla L.949/52 e 240/81 (contributo in C/capitale e in C/interessi per le imprese artigiane). A breve, appena pubblicato il bando con le disposizioni finali, sarà possibile procedere con l’invio di nuove istanze. Requisiti per l’ammissione al

  • Approfondimenti, Comunicati

    Nuovo SELFIEmployment finanziamento con prestiti a tasso zero

    Il Nuovo SELFIEmployment finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale. Non ci sono bandi, scadenze o graduatorie: le richieste di finanziamento vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo. La misura è a valere sulle risorse del Fondo Rotativo

  • Comunicati, Servizi

    Fondo impresa femminile, dal 19 maggio il via alle domande

    A partire da maggio prende il via il Fondo impresa femminile che incentiva le donne ad avviare e rafforzare nuove attività per realizzare progetti innovativi nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo. Le domande per richiedere contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati potranno essere presentate secondo il calendario delle date di

  • Servizi

    Contributi per le operazioni di credito artigiano agevolato

    Contributi in conto interessi, in conto capitale e riduzione dei costi di garanzia per le operazioni di credito artigiano agevolato. L.949/52 e L.240/81   Cosa è: Per promuovere la qualificazione e lo sviluppo dell’artigianato sardo e la sua integrazione con la programmazione economica della Regione Autonoma della Sardegna, l’amministrazione regionale ha costituito un Fondo, gestito

Casartigiani Sardegna Logo