Concessione di contributi in conto interessi e in conto capitale per imprese del commercio.

Concessione di contributi in conto interessi e in conto capitale per imprese del commercio.

La Legge Regionale 9 marzo 2022, n. 3, prevede la concessione di agevolazioni in conto capitale e in conto interessi per sostenere l’acquisizione di beni strumentali da parte delle imprese operanti in Sardegna che esercitano attività commerciale. Sono agevolabili gli investimenti di minimo 5.000 euro, effettuati a partire dal 02.01.2022 e conclusi prima della presentazione dell’istanza di agevolazione. Non è previsto nessun limite massimo.

Spese ammissibili:

 acquisto del terreno destinato alla costruzione e/o all’ampliamento di fabbricati per l’attività commerciale o la realizzazione di parcheggi ad uso esclusivo dei soli clienti;

 acquisto, costruzione, ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento di fabbricati per l’impresa, comprese le spese accessorie indispensabili per lo svolgimento dell’attività commerciale;

 acquisto di macchine, attrezzature fisse, mobili, impianti e arredi delle strutture commerciali;

 autoveicoli nuovi, ovvero usati, per l’attività, incluse le spese accessorie;

 acquisto di software, diritti di brevetto e licenze e realizzazione di siti web a sostegno dello sviluppo e/o miglioramento del commercio elettronico, introduzione di innovazioni nelle metodologie operative, nelle procedure gestionali e nelle tecnologie;

 acquisto di scorte di prodotti finiti (limitatamente ad una sovvenzione in conto interessi su finanziamenti erogati per la loro acquisizione).

Agevolazioni previste:

 sovvenzione del 40%, al netto dell’IVA, per l’acquisto di beni strumentali;

 sovvenzione pari al 64% sulle operazioni di credito collegate all’acquisto dei beni e/o servizi;

 sovvenzione pari al 64% sui finanziamenti erogati per l’acquisizione di scorte di prodotti finiti;

 sovvenzione per la riduzione dei costi di garanzia;

 sovvenzione per l’incremento della forza lavoro nel corso dei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda di aiuto. Il contributo previsto è pari a 5.000,00 euro per ogni ULA di incremento certificato, fino a un massimo di euro 15.000,00.

Soggetti ammessi:

Possono presentare domanda di agevolazione i soggetti iscritti nel Registro delle Imprese, aventi sede legale in Sardegna che abbiano realizzato l’investimento nel territorio regionale e stipulato con le Banche almeno una operazione di credito a sostegno degli investimenti attivati nell’esercizio di una delle seguenti attività:

 commercio al dettaglio, in sede fissa, ambulante o all’ingrosso;

 attività di commercio, esercitate per mezzo di apparecchi automatici, di generi alimentari e non, in locali accessibili direttamente dal consumatore finale;

 somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;

 tabaccai, edicole;

 agenti e rappresentanti di commercio;

 commercio on-line, esclusivamente se esercitato congiuntamente ad altra attività di commercio al

dettaglio o all’ingrosso in sede fissa.

Requisiti superficie di vendita:

Superficie destinata alla vendita, non può essere superiore a:  400 mq nei comuni con popolazione residente sino a 5.000 abitanti;

 600 mq nei comuni con popolazione residente superiore a 5.000 abitanti e sino a 10.000 abitanti;

 900 mq nei comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti e sino a 50.000 abitanti;

 1250 mq nei comuni con popolazione residente superiore a 50.000 abitanti o facenti parte di città metropolitana;

 I parametri di superficie non si applicano ai distributori di carburanti.

Condizioni di ammissibilità:

 possesso della firma digitale e di una PEC operativa comunicata alla CCIAA;

 essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposti a procedure concorsuali, non trovarsi in condizioni tali da risultare impresa in difficoltà;

 non essere incorsi nelle sanzioni interdittive, ovvero escluso da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e in presenza di revoca di quelli già concessi;

 operare nel rispetto delle vigenti norme edilizie ed urbanistiche, del lavoro, sulla prevenzione degli infortuni e sulla salvaguardia dell’ambiente, anche con riferimento agli obblighi contributivi (INPS, INAIL);

 aver attivato un conto corrente dedicato anche in via non esclusiva;

 non aver concluso contratti di lavoro subordinato o autonomo e non aver attribuito incarichi ad ex dipendenti della Regione Autonoma della Sardegna.

Documentazione obbligatoria

 relazione descrittiva, con dettagliata indicazione del piano di investimento e delle voci di spesa;

 contratto del finanziamento bancario obbligatorio e del relativo piano di ammortamento;

 dichiarazione antimafia;

 per gli immobili è prevista una specifica documentazione;

 per operazioni di acquisto attrezzature, macchinari, arredi ecc, grafico illustrativo del layout

aziendale dal quale si evinca il posizionamento dei beni acquistati, dei giustificativi di spesa, dei

giustificativi di pagamento e degli estratti conto bancari riportanti la registrazione dei pagamenti

effettuati, liberatoria resa dal fornitore, libretto di circolazione (per acquisto di mezzi);

 nel caso di acquisto beni usati: specifica dichiarazione del venditore, specifica dichiarazione di un

perito iscritto all’albo professionale;

 nel caso di richiesta del beneficio per incremento occupazionale: relazione tecnica asseverata di un

professionista iscritto all’albo, che dovrà evidenziare un aumento delle ULA (unità lavorative annue).

Presentazione dell’istanza:

Le richieste potranno essere trasmesse a partire dalle ore 10:00 del 17 ottobre 2022 e fino alle ore 14:00

del 18 novembre 2022, dal portale informatico della Regione Autonoma della Sardegna SIPES, disponibile al seguente indirizzo: www.regione.sardegna.it (sezione Bandi e gare dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio). La trasmissione può essere affidata ad un delegato tramite conferimento di procura.

Ulteriori chiarimenti, possono esserci richiesti per email, riportando nell’oggetto i riferimenti alla presente comunicazione. Le chiediamo di indicarci un numero di cellulare, il nome di un referente e un indirizzo mail. Verrà contattato da una ns incaricata.

Related Posts

  • Comunicati, Servizi

    Fondo impresa femminile, dal 19 maggio il via alle domande

    A partire da maggio prende il via il Fondo impresa femminile che incentiva le donne ad avviare e rafforzare nuove attività per realizzare progetti innovativi nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo. Le domande per richiedere contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati potranno essere presentate secondo il calendario delle date di

  • Servizi

    Contributi per le operazioni di credito artigiano agevolato

    Contributi in conto interessi, in conto capitale e riduzione dei costi di garanzia per le operazioni di credito artigiano agevolato. L.949/52 e L.240/81   Cosa è: Per promuovere la qualificazione e lo sviluppo dell’artigianato sardo e la sua integrazione con la programmazione economica della Regione Autonoma della Sardegna, l’amministrazione regionale ha costituito un Fondo, gestito

  • Servizi

    Fondo (R)esisto: aperte le richieste di anticipazione

    Dal 20 luglio le Mpmi e gli autonomi beneficiari dei contributi del Fondo (R)esisto potranno presentare le richieste di anticipazione fino al 60% dell’aiuto assegnato. Le richieste di anticipazione potranno essere trasmesse tramite il SIL all’assessorato regionale del Lavoro, utilizzando la modulistica e allegando la necessaria polizza fideiussoria. “Siamo riusciti ad individuare un metodo di

  • Approfondimenti, Servizi

    Contributo a fondo perduto per le attività stagionali

    Attenzione: L’istanza per la richiesta del contributo a fondo perduto va presentata via web dal 5 luglio 2021 al 2 settembre 2021. Qualora la presentazione venga effettuata tramite invio telematico, la trasmissione potrà essere effettuata a partire dal 7 luglio 2021 fino al 2 settembre 2021. Il contributo a fondo perduto previsto dal cosiddetto contributo Sostegni per le

Casartigiani Sardegna Logo