Nuovo bando finanziamenti regionali per le imprese artigiane

Nuovo bando finanziamenti regionali per le imprese artigiane

La Regione Autonoma della Sardegna (RAS) ha programmato il finanziamento di nuovi fondi per la richiesta dei benefici stabiliti dalla L.949/52 e 240/81 (contributo in C/capitale e in C/interessi per le imprese artigiane). A breve, appena pubblicato il bando con le disposizioni finali, sarà possibile procedere con l’invio di nuove istanze.

Requisiti per l’ammissione al beneficio:

  • Aver ottenuto un Finanziamento minimo di 5.000,00 euro.
  • Effettuare un Investimento in beni strumentali, di minimo 5.000,00 euro.
  • Risultare iscritti nell’Albo delle imprese Artigiane.
  • Possedere una PEC attiva, comunicata alla Camera di Commercio.
  • Firma digitale non scaduta.
  • Essere in regola con il DURC

SUNTO SCHEDA INTERVENTO L.949/52

Oggetto e finalitàSostegno alle imprese artigiane attraverso la concessione di contributi in conto capitale e in conto interessi per investimenti produttivi
Riferimenti normativiLegge n. 949 del 25 luglio 1952 – articolo 37
Termini per la presentazione della domandaFino a esaurimento delle risorse dedicate ed entro i termini di presentazione fissati nell’Avviso Pubblico
Soggetti beneficiariImprese artigiane, costituite anche in forma cooperativa e consortile, iscritte negli Albi, come indicato delle leggi 443/85.
Settori ammissibiliArtigianato
Settori esclusiRegolamento (UE) n. 1407/2013 – Appendice DD.AA
Interventi finanziabiliSpese rendicontabili riferite a investimenti produttivi attinenti all’attività artigiana:
Principali tipologie di speseinvestimenti immobiliari (acquisto, costruzione, e/o ampliamento e ammodernamento di fabbricati), effettuati non oltre dodici mesi precedenti la data della domanda; beni strumentali il cui acquisto sia stato effettuato non oltre sei mesi precedenti la data domanda
Regime d’aiutoRegolamento (UE) n. 1407/2013 – de minimis
Importo finanziabileSpesa minima ammissibile Euro 5.000 – Nessun limite massimo
Forma aiutoContributo in conto capitale ed in conto interessi
Intensità aiutocontributo in conto capitale: 40% dei costi documentaticontributo in conto interessi: 64% del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento;contributo per la riduzione dei costi di garanzia: 0,50% annuo dell’importo del finanziamento, per un massimo di 5 anni.
Selezione delle domandeProcedura valutativa
Fonti di copertura della spesaFondi regionali

SUNTO SCHEDA INTERVENTO L.240/81

Oggetto e finalitàSostegno alle imprese artigiane attraverso la concessione di contributi in conto canoni e in conto capitale per le operazioni di locazione finanziaria agevolata
Riferimenti normativiLegge 240 del 21 maggio 1981, articolo 23
Termini per la presentazione della domandaFino a esaurimento delle risorse dedicate ed entro i termini di presentazione fissati nell’Avviso Pubblico
Soggetti beneficiariImprese artigiane, costituite anche in forma cooperativa e consortile, iscritte negli Albi, come indicato delle leggi 443/85.
Settori ammissibiliArtigianato
Settori esclusiRegolamento (UE) n. 1407/2013 – Appendice alle DD.AA
Interventi finanziabiliOperazioni di locazione finanziaria aventi per oggetto investimenti produttivi e acquisti di beni strumentali posti al servizio dell’attività artigiana, tra cui: la locazione di terreni, la costruzione, la ristrutturazione e/o l’ampiamento di fabbricati, l’acquisto di macchine, attrezzi strumentali e automezzi nuovi e usati.
Regime d’aiutoRegolamento (UE) n. 1407/2013 – de minimis
Importo finanziabileSpesa minima ammissibile Euro 5.000 – Nessun limite massimo
Forma aiutoContributo in conto canoni e in conto capitale
Intensità aiutocontributo in conto canoni: 64% del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto di locazione finanziariacontributo in conto capitale: 40% della spesa massima ammissibile;contributo per la riduzione dei costi di garanzia: 0,50% annuo dell’importo del finanziamento, per un massimo di 5 anni.
Selezione delle domandeProcedura valutativa
Fonti di copertura della spesaFondi regionali

Elenco documenti utili per la trasmissione dell’istanza:

  • Copia conforme all’originale della documentazione di spesa (fatture, atto notarile).
  • Liberatoria del fornitore in originale con allegata copia del documento di riconoscimento del firmatario.
  • Se acquisto bene usato: dichiarazione venditore, certificazione perito (in entrambi deve essere allegata la copia del documento d’identità del firmatario).
  • Dichiarazione sostitutiva atto notorietà beni per cui si richiede l’agevolazione.
  • Modulo pantouflage.
  • Originale del contratto di finanziamento ottenuto e piano di ammortamento, entrambi sottoscritti con firma olografa originale o digitale + timbro della banca/finanziaria.
  • Fotocopia libretto di circolazione, in caso di acquisto mezzi circolanti su strada.
  • IBAN aziendale.
  • Per acquisto/ristrutturazione immobile: SCIA, planimetria, progetto, certificazione perito, ecc…
  • Nel solo caso di SRL artigiana: Antimafia per i soci (e conviventi), dichiarazione dell’organo amministrativo.

Le istanze potranno essere trasmesse dal CSAA aderente alla CASARTIGIANI soltanto per i propri associati.

Maggiori informazioni possono esserci richieste all’indirizzo mail cagliari@csaaca.it  nella quale le chiediamo di anticiparci il suo quesito, riportando un numero di cellulare e il nome di un referente, indicando nell’oggetto il riferimento alla presente circolare.

Related Posts

  • Servizi

    RESTO AL SUD: GLI INCENTIVI PER LE IMPRESE

    Artigiancassa, è ora attiva nel supporto alle aziende per l’accesso ai fondi di “Resto al Sud”, la misura gestita da lnvitalia per incentivare la nascita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali e libero professionali nel Mezzogiorno, nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria) e nelle isole minori marine, lagunari e

  • Approfondimenti, Comunicati

    Nuovo SELFIEmployment finanziamento con prestiti a tasso zero

    Il Nuovo SELFIEmployment finanzia con prestiti a tasso zero l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale. Non ci sono bandi, scadenze o graduatorie: le richieste di finanziamento vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo. La misura è a valere sulle risorse del Fondo Rotativo

  • Approfondimenti

    Contributi e credito d’imposta per le imprese turistiche

    Con l’articolo 1 del Dl 152/2021 è stato introdotto un contributo sotto forma di credito d’imposta fino all’80% delle spese sostenute per gli interventi di riqualificazione delle strutture ricettive a decorrere dal 7 novembre 2021 e fino al 31 dicembre 2024. Per gli stessi soggetti è inoltre riconosciuto un contributo a fondo perduto, non superiore al

  • Comunicati, Servizi

    Fondo impresa femminile, dal 19 maggio il via alle domande

    A partire da maggio prende il via il Fondo impresa femminile che incentiva le donne ad avviare e rafforzare nuove attività per realizzare progetti innovativi nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo. Le domande per richiedere contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati potranno essere presentate secondo il calendario delle date di

Casartigiani Sardegna Logo