Edilizia. Circolare congiunta MIT-Funzione Pubblica su norme di semplificazione

Edilizia. Circolare congiunta MIT-Funzione Pubblica su norme di semplificazione

Si informa che è stata firmata dai due Ministri, una circolare congiunta ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Funzione Pubblica, indirizzata alla Conferenza delle Regioni, all’Unione delle Province, all’Associazione Nazionale Comuni, al Dipartimento per le Infrastrutture (Sistemi Informativi e Statistici) e ai Provveditorati Interregionali per le Opere pubbliche.
Il testo riguarda il decreto Semplificazioni e le novità più significative introdotte dall’articolo 10 che riguarda gli articoli 2-bis e 3 del Testo Unico, DPR 380/2001.
La prima, relativa a l’articolo 3, risiede nella nuova definizione, più ampia, di “ristrutturazione edilizia” oggi estesa anche agli interventi di demolizione e ricostruzione dove risulti modificata la sagoma, il prospetto, il sedime e le caratteristiche tipologiche. In questi casi non sarà più necessario richiedere il permesso di nuova costruzione. E ciò varrà non solo per gli interventi di adeguamento alla normativa antisismica, come in precedenza, ma anche nei casi di migliorie all’accessibilità, di installazione di impianti tecnologici e di efficientamento energetico. Si potrà,
addirittura, aumentare la volumetria se ciò risulterà funzionale alla rigenerazione urbana.
Speculare alla semplificazione voluta con queste modifiche è però il maggiore rigore richiesto per gli immobili sottoposti a particolari vincoli previsti dal codice dei beni culturali. In questi casi non solo non sono ammessi aumenti di volumetria ma è richiesto il mantenimento delle caratteristiche tipologiche originarie. Stesso discorso per gli immobili nei centri storici, dove le deroghe sono ammesse solo se previste da previsioni legislative regionali o da strumenti urbanistici.
L’altra importante novità riguarda l’articolo 2-bis del Testo Unico e la deroga alle norme sulle distanze per gli interventi di ricostruzione o demolizione, deroga oggi consentita purché gli edifici originari siano stati legittimamente realizzati prima dell’adozione della disciplina sulle distanze.
Anche in questo caso, la deroga varrà per gli immobili dei centri storici solo se prevista nei piani di recupero e di riqualificazione particolareggiati, di competenza comunale ovvero dalla legge regionale o dai piani urbanistici regionali.

Related Posts

  • Comunicati

    DURC di congruità: firmato il decreto attuativo

    Si  informa  che  Il  Ministro  del  Lavoro  e  delle  Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha firmato un decreto (al momento ancora in esame presso la Corte dei Conti) che definisce un sistema di verifica della congruità dell’incidenza della manodopera impiegata nella realizzazione di lavori edili, in attuazione di quanto previsto dall’Accordo collettivo del 10 settembre 2020

  • Comunicati

    Accordo delle Parti Sociali dell’edilizia per rilanciare il settore

    Si informa che FIAE Casartigiani, insieme a tutte le altre Organizzazioni datoriali del l’edilizia, ha sottoscritto un accordo con i sindacati di settore Fillea CGIL, Filca CISL, Feneal, volto a rilanciare il settore, concordando le priorità di intervento con proposte comuni, al fine di impegnare concretamente le risorse a disposizione e così contribuendo alla ripresa

  • Comunicati, Formazione

    Avviso pubblico INAIL per il finanziamento di interventi informativi. Coinvolgimento delle Scuole edili/CPT/Enti unificati.

    L’INAIL, con l’obiettivo di realizzare una campagna informativa nazionale riguardante la promozione e lo sviluppo della cultura in materia di salute e sicurezza sul lavoro rivolta a soggetti coinvolti nel sistema della prevenzione, ha pubblicato un Avviso per la realizzazione di interventi informativi predisposti secondo preordinati programmi, con particolare riguardo alle azioni di sensibilizzazione sui

  • Ministero delle infrastrutture e dei trasporti

    Approfondimenti

    Albo autotrasportatori: entro dicembre sarà possibile saldare la quota di iscrizione 2020

    Per l’anno 2020 è stata determinata la misura del contributo annuale che le imprese iscritte all’Albo nazionale degli autotrasportatori devono corrispondere ai sensi e per gli effetti dell’articolo 63 della legge n. 298 del 1974. Il versamento del contributo va effettuato esclusivamente attraverso l’apposito applicativo “Pagamento quote” del Portale dell’Albo degli autotrasportatori. A tal fine

  • Casartigiani Sardegna edilizia

    Comunicati

    Dal 29 luglio via alle domande per il finanziamento di ristrutturazioni edili

    L’Assessorato degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica ha pubblicato l’avviso per il “Finanziamento di interventi di manutenzione, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione finalizzati al recupero e alla riqualificazione del patrimonio immobiliare privato ricadente nel territorio regionale”. La Regione Sardegna intende incentivare il mantenimento e il miglioramento del decoro urbano, promuovendo la cura della qualità architettonica

Casartigiani Sardegna Logo