Contributi per le operazioni di credito artigiano agevolato

Contributi per le operazioni di credito artigiano agevolato

Contributi in conto interessi, in conto capitale e riduzione dei costi di garanzia per le operazioni di credito artigiano agevolato. L.949/52 e L.240/81

 

Cosa è:

Per promuovere la qualificazione e lo sviluppo dell’artigianato sardo e la sua integrazione con la programmazione economica della Regione Autonoma della Sardegna, l’amministrazione regionale ha costituito un Fondo, gestito da Artigiancassa SpA, per la concessione di: – un contributo in conto interessi (pari al 64%) integrato da un contributo in conto capitale (pari al 40%) calcolato sull’ammontare della spesa (minimo 5.000 euro) sostenuta per acquisto di beni strumentali.

 

Il contributo in conto capitale può essere richiesto per: l’acquisto, l’ampliamento e l’ammodernamento dei locali; l’acquisto di macchine, attrezzi e autoveicoli; acquisto di software, diritti di brevetto, licenze e realizzazione siti web a sostegno dell’impresa nonché all’attività di progettazione necessaria per l’introduzione di innovazioni nel processo produttivo; la formazione di scorte di materie prime e di prodotti finiti.

 

L’acquisto o la costruzione dei locali ad uso promiscuo è agevolabile per la sola quota d’investimento funzionale all’attività artigiana dell’impresa.

 

La dichiarata e documentata destinazione aziendale del bene oggetto del finanziamento deve essere mantenuta per tutta la durata dell’agevolazione a pena di revoca.

 

Le imprese interessate ad ottenere gli incentivi possono rivolgersi alle Associazioni Artigiane di categoria (es. CASARTIGIANI) abilitate dalla dall’Artigiancassa, che la sottopone, nel rispetto dell’ordine cronologico di ricezione e fino a esaurimento fondi, all’esame del Comitato tecnico regionale per la Sardegna (CTR).

 

Il contributo in conto interessi è riconosciuto nella misura pari al 64% del tasso di riferimento e non potrà comunque superare il limite previsto dal regime comunitario “de minimis per una durata massima di dodici anni per i finanziamenti aventi destinazione costruzione, acquisto di impianto, ampliamento ed ammodernamento locali; sei anni per i finanziamenti aventi destinazione di acquisto di macchine ed attrezzi; cinque anni per i finanziamenti aventi destinazione di acquisto di scorte di materie prime e prodotti finiti.

 

I contributi sono erogati direttamente all’impresa in forma attualizzata, in unica soluzione per gli acquisti diretti (L.949/52), in due tranche per le acquisizioni in leasing (L.240/81).

 

L’erogazione dei contributi e condizionata alla verifica della regolarità contributiva (DURC), regolarità con Agente della Riscossione e regolarità antimafia.

 

Artigiancassa si riserva in qualunque momento la facoltà di accertare direttamente, sia presso la banca che presso l’impresa, la sussistenza delle condizioni e delle finalità del finanziamento ammesso al contributo.

 

Chi può presentare la domanda:

Imprese artigiane, costituite anche in forma cooperativa o consortile, con esclusione di quelle appartenenti ai settori riportati nell’appendice n. 1 all’interno dell’allegato 1 della Del.G.R. n. 15/21 del 27/03/2018, quali, in via generale, chi opera nel campo dell’autotrasporto C/T. Sono agevolabili i tassisti.

 

Documentazione occorrente:

  • modulo di domanda di ammissione al contributo, compilata dal Soggetto presentatore che provvederà a trasmetterla alla sede regionale dell’Artigiancassa -Ufficio regionale per la Sardegna-;

 

  • copia fatture di acquisto dei beni strumentali, non antecedenti i dodici mesi dalla data di presentazione della domanda, prodotte in originale o in copia resa conforme all’originale dal Soggetto presentatore, in caso di esito positivo della richiesta, su tali fatture andrà apposta la dicitura “spesa finanziata in tutto o in parte con credito agevolato della Regione Autonoma della Sardegna”. La documentazione di spesa è costituita da fatture quietanzate, al posto delle quali può essere prodotta la liberatoria originale rilasciata dal venditore, ovvero per l’acquisto di locali dalla copia registrata del relativo contratto;
  • per gli investimenti immobiliari, deve essere presentata anche la planimetria annotata con la singola destinazione dei locali e, se si tratta di ampliamento, con l’indicazione di quelli preesistenti;
  • nel caso di opere murarie deve essere prodotta la dichiarazione di un tecnico iscritto all’Albo professionale che attesti la natura dei lavori eseguiti, la congruità della spesa sostenuta, e la conformità alla normativa in materia di edilizia;
  • copia libretto di circolazione in caso di acquisto di autocarro;
  • nel caso di acquisto di macchine ed attrezzature usate, devono essere prodotte:
    1. una dichiarazione del venditore che attesti l’origine esatta del materiale e che confermi che lo stesso, nel corso degli ultimi sette anni, non ha mai beneficiato di altre agevolazioni nazionali o comunitarie;
    2. una dichiarazione di un perito iscritto all’Albo professionale che attesti che il prezzo del materiale usato non è superiore al suo valore di mercato ed è inferiore al costo di materiale simile nuovo; che le caratteristiche tecniche del materiale usato sono adeguate alle esigenze dell’azienda e sono conformi alle norme;
  • contratto di finanziamento di minimo 000 euro e copia del piano di ammortamento, timbrato e sottoscritto in originale, con firma olografa dalla banca o in alternativa con firma digitale;
  • copia documento di riconoscimento e tessera sanitaria;
  • i dati richiesti sul modulo di domanda (IBAN per l’accredito, recapito telefonico, indirizzo mail, indirizzo PEC, visura camerale aggiornata

 

Uno dei principali soggetti presentatori, sul territorio Regionale, è la CASARTIGIANI, la quale provvede, in tempi brevi, a compilare e trasmettere le richieste di agevolazione per il tramite di personale abilitato.

Per chiarimenti e informazioni, potete rivolgerVi a uno dei sotto elencati recapiti:


Viale Sant’Avendrace n°149 – 09122 Cagliari Centralino 070/27666 – Interno 070/2766623 – E-mail: cagliari@csaaca.it Pec: csaa@pec.it

Orari di apertura dell’ufficio: dalle ore 9,00 alle ore 12,00.  Si riceve per appuntamento

 

 

Related Posts

  • Approfondimenti, Servizi

    Contributo a fondo perduto per le attività stagionali

    Attenzione: L’istanza per la richiesta del contributo a fondo perduto va presentata via web dal 5 luglio 2021 al 2 settembre 2021. Qualora la presentazione venga effettuata tramite invio telematico, la trasmissione potrà essere effettuata a partire dal 7 luglio 2021 fino al 2 settembre 2021. Il contributo a fondo perduto previsto dal cosiddetto contributo Sostegni per le

  • Approfondimenti

    Esonero contributivo per l’assunzione di donne nel biennio 2021-2022

    L’INPS ha fornito ulteriori chiarimenti sull’esonero contributivo del 100%, nel limite massimo di importo di 6.000 euro annui, per l’assunzione di donne nel biennio 2021-2022, come introdotto dalla Legge di Bilancio 2021. L’incentivo riguarda le “lavoratrici svantaggiate” e, quindi: • donne con almeno 50 anni di età e disoccupate da oltre 12 mesi; • donne

  • Comunicati

    Misure a favore delle aziende di autotrasporto colpite dalla pandemia

    Il Servizio per il trasporto marittimo e aereo e della continuità territoriale dell’Assessorato Regionale dei Trasporti della Regione Autonoma della Sardegna ha approvato l’avviso pubblico per la concessione delle compensazioni alle aziende di autotrasporto (art. 34 della L.R. n° 22 del 23 luglio 2020, come integrata dalla L.R. n° 30 del 15.12.2020 art. 13). L’intervento

  • Approfondimenti

    Taxi e NCC, indennità in arrivo dalla Regione

    La Regione va incontro agli operatori del settore del trasporto pubblico locale non di linea (taxi e NCC) con una indennità una tantum finalizzata a compensare i danni economici causati dall’emergenza sanitaria. La Giunta regionale nel corso dell’ultima seduta ha approvato, su proposta dell’Assessore della Programmazione e Bilancio Giuseppe Fasolino, lo stanziamento di 4 milioni

Casartigiani Sardegna Logo